Padre Quirino Salomone: lettera aperta ai Promotori della “Confederazione Sovranità Popolare”.

 

 

Grazie Alberto, sono pienamente d’accordo per la costruzione Cosciente della Sovranità, in quanto non esistente nella consapevolezza dei cittadini, quindi vuota di riferimento.   

Ogni rimpianto è vano e frena l’impegno dell’urgenza.   

Mi corre il pensiero a quel consiglio del Divin Maestro di “non cucire la pezza nuova sul vestito vecchio”, per evitare strappo peggiore.   

C’è poco da rincorrere fantasmi giuridici.   

Bisogna partorire un pensiero forte, nuovo, puro, pesante quale “pondus” da contrapporre al cattivo gioco dei furbastri, carta da giocarsi nella partita della Vita con la passione di chi Ama la Verità e la Bellezza della relazione interumana Riconciliata nell’Amore.   

Vi sto vicino con la Preghiera e tu dillo anche a tutti i nostri Amici.

Padre Quirino Salomone