Monthly Archives: Novembre 2014

Vaticano, conclusa la visita di Napolitano a Papa Francesco – 21 novembre 2014

 

 

Congratulandoci con Papa Francesco e con il Presidente della Repubblica, riportiamo questa interessante notizia, tratta da Tiscali News:

 

 

Il Presidente Giorgio Napolitano ha lasciato il Vaticano al termine della visita a Papa Francesco. Il lungo incontro, a Casa Santa Marta, è durato circa un’ora e venti minuti. Il capo dello Stato italiano si era recato in visita dal Pontefice l’ultima volta l’8 giugno del 2013. Quella era una visita ufficiale subito dopo la rielezione di Napolitano al Quirinale. La prima volta che Bergoglio aveva incontrato ufficialmente Napolitano era stata, invece, il 19 marzo 2013 in occasione della Messa di insediamento di Papa Francesco nella Basilica Vaticana.

Il portavoce vaticano: “Incontro strettamente privato” – “Oggi pomeriggio nella residenza di Santa Marta – ha detto il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi – il Santo Padre ha ricevuto il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano per un incontro strettamente privato. L’incontro, svoltosi in un clima di grande cordialità, è durato oltre un’ora”.

Il Quirinale: “Rapporto personale intenso” – Anche il Quirinale ha precisato si è trattato “di un incontro di carattere strettamente privato svoltosi in un’atmosfera che ha confermato l’intensità e l’affabilità del rapporto personale tra il Pontefice e il Presidente”.

Telefonia mobile: occhio anche alla 3!!!

 

 

 

 

In Italia, sembra che le compagnie telefoniche abbiano tutte la stessa abitudine, di prelevare smodatamente – cioè, il denaro dai conti correnti degli utenti abbonati, senza darne tempestivamente contezza, benché espressamente richiesto, omettendo finanche i rimborsi dovuti.

E’ ancora il caso di lamentele per l’operato della società H3G, a tutti nota anche come 3.

Questi simpatici “signori”, forse in associazione o spalleggiati da chissà chi – magari in forza dei cospicui investimenti per le originarie concessioni, continuano a far danno in diversi modi, nonostante le ormai non isolate ma condivise lamentele in merito.

All’uopo, stiamo predisponendo un articolato atto da inviare agli Organismi interessati, che ovviamente pubblicheremo anche in queste pagine, onde evitare che a qualcuno venga in mente di dimenticar la cosa.

A breve gli ulteriori svilupppi, mentre attendiamo i Vs. pareri al riguardo.

Luciano Ciocchetti: la politica sociale a Roma!

 

 

 

 

 

 

 

 

I “maghi dell’alta finanza”: attenti ai raggiri e alle truffe!

 

 

 

 

 

 

 

Sarà che negli ultimi anni la posizione economica s’è aggravata notevolmente, ma sta il fatto che in Italia si stanno sempre più affacciando sullo scenario economico finanziario soggetti privi di scrupoli e professionalità, alcuni di questi al limite della sopravvivenza e/o pluripregiudicati, che si spacciano per operatori economici con spiccate doti manageriali, pur non avendone titolo.

E’ il caso dell’ormai famigerato leveraggio finanziario, con beni mobili e/o immobili posti a garanzia e considerati – in gergo, “sottostanti”.

Proprio recentemente, è capitato di incontrare persone apparentemente normali, alcune anche con un marcato e riferito Senso della Fede, che – rappresentando delle interessanti ipotesi collaborative, hanno cercato di indurre in errore gruppi di Amici, facendo investire a questi ultimi tempo e anche denaro, con il rischio di veder finanche posti a rischio gli stessi beni trattati! Eppure, questi “maghi” del nulla, a ben vedere, mai han davvero concluso alcunché, continuando – però, a bearsi di performance purtroppo concrete solo nella loro testa.

All’uopo e prima di iniziare qualsiasi percorso, suggeriamo di richiedere sempre un curriculum dettagliato ai citati operatori, con evidenza delle credenziali professionali e le iscrizioni ufficiali ai competenti Organismi (Camera di Commercio, ecc.), magari per verificare la liceità dell’attività prospettata e svolta.

Inoltre, senza lasciarsi ingannare da appartenenze ad Aziende di diritto estero (anche se Comunitario), è sempre buona norma interpellare il sito della Banca d’Italia, al fine di verificare le reali posizioni in atto.

Un interessante dossier è pronto per essere pubblicato, mentre esortiamo ancora tutti a stare in guardia, segnalando qualsivoglia anomalia alle Autorità (specialmodo D.I.A., Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate, oltre ad altre), proprio a scongiurare di correre dei seri rischi grazie a “lor signori”, stolti esponenti del “facile guadagno”.

A breve gli ulteriori dettagli.

Diagnosticano frattura a gamba ma era tumore: muore 20enne a Roma

 

 

Roma, 4 nov. (TMNews) – Scritto da Red/Cro | TMNews – Yahoo notizie

 

 

Un ragazzo di 20 anni sarebbe morto a Roma a causa di un tumore osseo alla gamba destra che due medici, ora indagati, avrebbero diagnosticato come frattura al ginocchio.

Lo scrive il Corriere della Sera spiegando che il giovane, Domenico natale, è morto il 30 ottobre scorso e che i due medici indagati per omicidio colposo, Felice Carsillo e Riccardo Ricci, lavorano nella casa di cura Nuova Itor.

“Tutto iniziò il 4 maggio del 2013 – racconta il Corriere – quando Carsillo, ortopedico, lo visita per controllo alla gamba”. Il medico dispone le radiografie e conclude che il 20enne ha una frattura al ginocchio. Il giovane, che gioca a calcetto, non sa spiegare con l’attività sportiva svolta l’origine dell’infortunio, ma il medico ritiene si tratti di una frattura e ne dispone il ricovero per ridurla.
Ricci, radiologo, prosegue il quotidiano, studia le lastre il giorno prima dell’intervento, fissato per il 28 maggio e anche lui diagnostica una frattura. Con l’operazione di ricomposizione il tumore, latente fino a quel momento, si espande. A giugno, dopo un nuovo controllo, i medici si accorgono della presenza di numerose metastasi e al giovane viene amputata la gamba al Regina Elena. L’amputazione non riesce a salvarlo e Domenico muore il 30 ottobre.