Monthly Archives: Ottobre 2014

Papa: Gli scrive Asia Bibi, “sono Tua Figlia”

 

 

 

Raccomandiamo a tutti una Preghiera per questa nostra Sorella. Grazie

 

 

 

(AGI) – CdV, 25 ott. – “Papa Francesco, sono Tua figlia, Asia Bibi. Ti scongiuro: Prega per me, per la mia Salvezza e per la mia Libertà'”.

Sono parole scritte – dalla donna e madre Cristiana condannata a morte per blasfemia in Pakistan – a Papa Francesco, dopo che l’Alta  Corte di Lahore ha confermato in appello il verdetto di condanna.

“Sono ancora aggrappata con Forza alla mia Fede Cristiana e nutro Fiducia in Dio, mio Padre, che mi Difenderà e mi Restituirà la Libertà.

Confido anche in Te, Santo Padre Francesco, e nelle Tue Preghiere”, si legge nel testo ricevuto dal sito d’informazione religiosa Vaticaninsider.

“Papa Francesco – prosegue Asia Bibi – so che Stai Pregando per me con tutto il Cuore. So che, Grazie alla Tua Preghiera, la mia Libertà potrebbe essere possibile. Nel nome di Dio Onnipotente e della Sua Gloria, Ti esprimo tutto il mio Ringraziamento per la Tua vicinanza, in questo momento di sofferenza e delusione”.

Nella lettera a Bergoglio, Asia Bibi confida il suo desiderio più profondo: “La mia unica Speranza è poter vedere un giorno la mia Famiglia Riunita e Felice. Io Credo che Dio non mi Abbandona e che Ha un Progetto di Bene e di Felicità per me, Che Si Avvererà ben presto. Sono Grata a tutte le persone che nelle Comunità Cristiane in tutto il mondo Pregano per me e fanno di tutto per Aiutarmi”.

Un pensiero di Riconoscenza Asia Bibi lo indirizza infine – nella lettera al Papa – anche alla “Renaissance Education Foundation” di Lahore, che “sostiene mio marito Ashiq e la mia Famiglia”, scrive Pregando “perché Dio Doni Luce e Saggezza a tutti coloro che sono impegnati nel mio caso”. (Agenzia Giornalistica Italiana – Yahoo notizie)

Abusi sessuali, furti, Preti barman e Parroci tatuati: “commissariata” la Diocesi di Albenga

 

 

Mentre continuano a proliferare le cattive azioni all’interno della Casa del Signore – Iddio Padre Onnipotente, Preghiamo insieme per Papa Francesco, affinché lo Spirito Santo Aiuti il Suo non facile ma Santo Cammino.


“Papa Francesco avrebbe ‘commissariato’ la diocesi di Albenga, retta da 25 anni da monsignor Mario Oliveri, 70 anni.

La decisione sarebbe stata presa dopo che il Nunzio apostolico Adriano Bernardini ha compiuto una indagine sulla Chiesa locale. Era stato inviato lì dal Papa dopo che in Vaticano erano arrivate varie segnalazioni su un Clero ‘disinvolto’.

La notizia, riportata da alcuni quotidiani, non è stata commentata dal Vescovo. E la Curia ha scelto il silenzio.

A monsignor Oliveri viene rimproverato di aver accolto in Seminario aspiranti Sacerdoti senza aver esaminato con attenzione la reale Vocazione dei giovani, e questo avrebbe generato Preti ‘deboli’.

Gli scandali della Diocesi – Così la Sua diocesi ha dovuto subire vari scandali: Sacerdoti condannati o indagati per pedofilia, altri che posano nudi su Facebook, Parroci con tatuaggi, Sacerdoti che lasciano le Parrocchie portando via la ‘cassa’, Preti che fanno i barman in locali notturni, altri che corteggiano le Fedeli.

Tra gli scandali la condanna per abusi sessuali su una Chierichetta di don Luciano Massaferro (7 anni e 8 mesi); la storia di padre Alfonso Maria Parente, che fugge con la cassa della Parrocchia di Pairolo o quella di don Juan Pablo Esquivel, che vive con un amico ed è appassionato di culturismo. Monsignor Oliveri avrà un ‘tutor’, si parla di Alberto Maria Careggio, ex Vescovo di Sanremo-Ventimiglia, 77 anni, ex ‘guida alpina’ di Papa Wojtyla, considerato un progressista”.

23 ottobre 2014 (Tratto da Redazione Tiscali)