Category Archives: Progetti

I Cuori in Ascolto!

 

 

 

Padre Gabriele Maria Berardi e Salvador Dalì: “una Storia Meravigliosa, Scritta da due Creature Straordinarie, ai Piedi della Croce di Cristo”.

 

Ritrovato un Crocifisso di Salvador Dalì

 

 

 È stato rinvenuto a Roma, nel 2005, in un ripostiglio, tra gli oggetti personali di Padre Gabriele Maria Berardi. Il Frate marchigiano lo ebbe come ringraziamento per un Esorcismo praticato sull’artista. A testimoniarlo è – tra gli altri, il critico d’arte Armando Ginesi, supportato da due esperti spagnoli.

Un Crocifisso come ringraziamento a un Esorcismo ricevuto, per Liberargli l’Anima dal demonio.

È l’opera inedita di Salvador Dalì, rinvenuta a Roma, in un ripostiglio, incartata, tra gli oggetti personali di Padre Gabriele Maria Berardi (al secolo Francesco Maria Berardi).

A lui, al Frate nativo di Carpegna (Pesaro Urbino), appartenente all’Ordine dei Servi di Maria e Fondatore di un’Opera di Carità, l’artista catalano regalò la scultura, secondo il critico d’arte marchigiano Armando Ginesi.

Il professor Ginesi, dopo due esami condotti direttamente sulla scultura e dopo aver interpellato due spagnoli esperti dell’iconografia daliniana, che hanno analizzato l’opera attraverso diapositive, restituisce all’eccentrico artista catalano la paternità della Croce lignea, di dimensioni 60,5 cm x 30,5 cm.

Egli affermò: A mio giudizio esistono più che sufficienti motivazioni stilistiche per affermare che l’opera plastica sia stata realizzata da Salvador Dalì.

L’artista spagnolo, non a caso definito dalla critica eretico, demoniaco, paranoico nonché attratto dalle suggestioni mistiche, conobbe il religioso marchigiano in Francia, dove Padre Berardi migrò nel 1947, dietro consiglio di superiori, per non aver potuto onorare certi impegni finanziari assunti per far fronte ad azioni caritatevoli di molti bisognosi, in un periodo di sospensione dello stato Sacerdotale.

Il Frate, al Quale molti Fedeli attribuiscono Grazie e Miracoli e di cui era stata richiesta la Canonizzazione, secondo alcuni Testimoni che gli furono molto vicini e che riferiscono quanto da lui più volte dichiarato in proposito, praticò i suoi Poteri di Esorcismo su Dalì.

Ci sono ormai prove che la Donazione sia avvenuta in territorio francese, benché l’artista si sia recato più volte in Italia, per far visita all’Amico Religioso al Quale, nel frattempo, era stata sospesa la riduzione allo stato laicale consentendogli di riprendere le sue funzioni Sacerdotali fino alla morte avvenuta nel 1984.

Il critico marchigiano racconta che Padre Gabriele, in Vita, teneva il Crocifisso che Dalì gli aveva donato appeso alla parete a cui volgeva le spalle quando sedeva alla scrivania di quella stanza dove riceveva Poveri, Bisognosi di conforto, ammalati e impossessati.

A molti dei Suoi Confratelli e Fedeli più ferventi aveva raccontato dell’opera e alcuni di questi sono stati rintracciati e hanno ripetuto, per iscritto, tutto ciò che Padre Gabriele ripeteva sull’origine della scultura.

Il professor Ginesi disse del Crocifisso: Il sentimento che il lavoro esprime può essere considerato di Pietà filtrata da un senso del paradossale: mentre la figura rappresenta la morte e la sofferenza che l’ha preceduta, il suo colore chiaro (che spicca sul marrone scuro della Croce) sembra alludere alla positività e dunque alla Vita.

La scultura è attualmente custodita nel caveau di una banca ed è di proprietà di un privato, che intende alienarla per potenziare le risorse a favore dell’attività caritatevole.

Stati Generali di Sovranità Popolare!

Di Cuore e condividendo i non comuni Valori Sociali e Spirituali espressi, ringraziamo gli Amici Luigi de Giacomo, Alberto Micalizzi e Paolo Maddalena, per il cordiale pensiero in nostro favore, apprezzando la Loro Mirabile Opera Terrena per la Creazione d’un Mondo Migliore.

 

 

 

 

 

 

Dr. Luigi de Giacomo

(Assemblea Costituente – Napoli)

 Con la presenza del vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale, Dr. Paolo Maddalena

 

 

 

“Carissimi, stiamo compiendo un’attività estremamente importante per il nostro paese.

Il pensiero unico dominante del neoliberismo e l’orda barbarica della speculazione finanziaria stanno mettendo a dura prova la sopravvivenza economica e anche territoriale del nostro Paese.

La “creazione del danaro dal nulla”, le “privatizzazioni” e le “svendite” di beni e territori che appartengono al Popolo italiano a titolo di “sovranità”, l’accentramento della ricchezza nelle mani di pochi e il venir meno del principio fondamentale della “redistribuzione” della ricchezza a tutti i lavoratori, sono fatti che riguardano non solo l’economia e la finanza, ma anche l’appartenenza del territorio alla sovranità del Popolo e, in prospettiva, anche l’indipendenza nazionale.
Noi abbiamo ben compreso tutto questo e, con personale e gratuita fatica, stiamo adempiendo al “sacro dovere” di “difendere la Patria”, come ricorda l’art. 52 della Costituzione.

Il nostro sforzo ha un raggio d’azione amplissimo e si rivolge a tutte quelle persone ed a tutte quelle Organizzazioni che si rendono conto dei gravi pericoli che incombono, poiché soltanto una unità di intenti fondata su uno spirito di solidarietà può oggi salvare l’Italia.

La classe politica è inerme o addirittura asservita a chi certamente non vuole il nostro bene e solo la “partecipazione” dei cittadini al governo della cosa pubblica, sancita dagli articoli 3, 43 e 118, ultimo comma, della Costituzione, può far sì che venga abbandonato questo indirizzo politico, sia europeo, che italiano, chiaramente a favore dei poteri finanziari, e che si dia attuazione concreta alla disciplina dei “rapporti economici” dettata dalla Sezione terza, Parte prima della Costituzione.
La salvezza è a portata di mano, ma è faticoso e difficile raggiungerla: occorre che gli italiani sgomberino le loro menti dalle “menzogne” propalate dall’ideologia neoliberista, rendendo finalmente possibile l’attuazione di quello che da settanta anni è scritto nella nostra Costituzione repubblicana e democratica”.

Com’è possibile donare Aiuto ai Progetti Umanitari dei Frati Minori della Provincia Romana

 

 

Sostegno a distanza

(30 euro mensili)
È molto semplice sostenere un Bambino o una Bambina della Bolivia fino ai 18 anni per una persona fisica, per un gruppo di persone o per un’azienda. Il sostegno comprende vitto e studi. Per cominciare un sostegno a distanza è sufficiente effettuare un primo bonifico, seguirà poi corrispondenza tra noi, voi e il bambino/a seguito/a dal missionario. Se non fosse possibile assumere un impegno a lungo tempo si può eseguire il pagamento riportando nella causale “offerta”.

Borse di studio

(600 EURO ANNUI)
Talvolta il missionario chiede di aiutare quei ragazzi che, dimostrando capacità, intendono proseguire negli  studi superiori. Il sostegno economico copre spese di vitto, alloggio, studi presso le città più vicine.
Insieme possiamo dare ai giovani la possibilità di formarsi ed essere autosufficienti nel progresso sociale ed economico del loro paese.

Progetti portati a termine

142 adozioni a distanza.
8 borse di studio per l’Università (di cui 3 con specializzazione).
5 ambulatori sanitari.
Nella località di Palmarito, sostegno a una mensa per i bambini, ad attività formative, a un progetto agricolo; costruzione di una scuola.
Progetto Urcupina: costruzione di una piccola comunità di giovani terziari provenienti dai villaggi, che svolgono attività di carattere umanitario, sociale e pastorale.
Progetto Rodeo: fabbrica di scope.
Progetto Cuevo: artigianato del cuoio.
A Magdalena, costruzione di un centro per i disabili.
Nel 2007, 2008 e 2010 contributi per i danni apportati dalle alluvioni.
2012 costruzione di due forni per Bolivia il pane.

Con i nostri Missionari
Padre Pio Tagliabue
Mons. Francesco Focardi
Mons. Roberto bordi

 

 

Contatti diretti:

Convento Santa Maria in Ara Coeli (Curia Provinciale OFM)
Scala dell’Arce Capitolina, 12
00186 R O M A 
tel. 06.69763815
ofmroma.curia@gmail.com

 

Dr. Basel Akram Fahmy Al-Kayed: Console di Giordania in Roma.

 

 

 

Nel prosieguo dei piani di Sviluppo Progettuale nei territori esteri, il Comitato Esecutivo Nazionale ha inoltrato la Delibera ufficiale per l’apertura della sede A.N.A.Di.M.I. in una zona Meravigliosa dell’area Medio Orientale.

Anche in forza di tale circostanza, è con vero piacere che salutiamo un prezioso e caro Amico, il Dr. Basel Akram Fahmy  Al-Kayed, Console di Giordania in Roma.

A breve gli ulteriori sviluppi.

 

 

 

L’A.N.A.Di.M.I. a Malta e in Croazia

 

 

Due nuove fasi di collaborazione sociale con altrettanti Paesi dell’Europa, benché un pochino distanti tra loro! Infatti ed in vista della costituenda Fondazione, esponenti del Comitato Esecutivo hanno avuto il piacere di incontrare professionisti del settore non profit, concertando delle interessanti strategie d’ordine Comunitario.

A breve gli ulteriori sviluppi.

Insieme, verso la Fondazione A.N.A.Di.M.I.

 

 

 

 

 

Come preannunciato e a Dio Piacendo, è ormai in dirittura d’arrivo (prossimo mese di settembre), il programma di attivazione della Fondazione A.N.A.Di.M.I., egregiamente supportato da importanti Esponenti del mondo finanziario e culturale internazionale.

A breve gli ulteriori sviluppi.

 

 

 

 

Pronta la “Fondazione A.N.A.Di.M.I. Onlus”

 

 

 

 

Grazie a Dio, è ormai prossimo il varo della “Fondazione di Ricerca Scientifico/Universitaria A.N.A.Di.M.I.”, ampiamente sostenuta da importanti Amici del mondo Finanziario e Culturale.

A breve gli ulteriori sviluppi.

L’A.N.A.Di.M.I. Onlus a Malta

 

 

 

 

 

E’ stata avviata una interessante iniziativa sociale nella splendida Isola Mediterranea, meta internazionale di elevato e diffuso interesse.

A breve gli ulteriori sviluppi.

A.N.A.Di.M.I. Onlus nel mondo: pronta la nuova “squadra”

 

 

 

Il Comitato Esecutivo Nazionale, nell’ambito delle prerogative Statutarie e d’indirizzo, è pronto a varare una serie di iniziative su scala internazionale, che vedranno concorrere illustri personaggi del mondo culturale e finanziario alle già interessanti attività sociali dell’A.N.A.Di.M.I. Onlus pro handicap e terza età.

A breve gli ulteriori sviluppi.